Home CRONACA Valencia-CoVid19, è costata cara la sfida con gli Atalantini

Valencia-CoVid19, è costata cara la sfida con gli Atalantini

168
0
Valencia
Valencia

Coronavirus – Valencia, è costata cara la sfida con gli Atalantini

Il Valencia, in una nota ufficiale pubblicata sul proprio sito web, ha comunicato come 5 tra tecnici e calciatori siano risultati positivi al CoVid_19.

Non soltanto Ezequiel Garay, classe 1986, difensore centrale argentino, è risultato positivo al coronavirus in casa Valencia.

La società bianconera, infatti, ha emesso una nota ufficiale in cui spiega come ben cinque tra tecnici e giocatori della Prima Squadra di Albert Celades siano positivi al CoVid_19.

Il Valencia ha comunicato che si trovano tutti in isolamento domiciliare ed in buona salute.

Il club ha ribadito anche il pieno sostegno a tutte le autorità sanitarie nella campagna di sensibilizzazione sociale affinché la gente resti al riparo nelle proprie abitazioni.

Purtroppo la sfida contro i Bergamaschi andava evitata; la Uefa e lo stato italiano dovevano intervenire prima; visto che prima della partita nel Bergamasco vi erano stati i primi casi italiani di Coronavirus.

A dimostrazione del fatto che la Sfida è stato poi da veicolo per quella che è oggi la situazione attuale.

Le autorità si sono disinteressate e hanno preso sotto gamba il problema; pensando più al danno economico che quello della salute pubblica, problema che oggi si è tramutato in una pandemia in italia; non che un problema anche nella città spagnola di Valencia e per la stessa squadra di Calcio.

Problema che poi si è ripresentato anche per altre squadre e calciatori militanti in italia come Juve, Samp, Fiorentina.

Il Ritardo nella chiusura del campionato non ha fatto altro che trasportare il Covid 19 da stadio a stadio e tra persona a persona per aggravare ulteriormente la situazione in cui versa la nostra nazione.

La tempestività in queste chiusure la stessa attenzione e riflessione sul rischio della salute pubblica avrebbero potuto ridurre drasticamente la trasmissione.

Purtroppo siamo arrivati ad oggi e l’unico modo e di rimanere quanto più possibile a casa secondo le direttive del Governo.

Leggi anche altre notizie sul Coronavirus e sullo Sport 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui