Home FICTION La Casa di Carta: chi è Arturito (Enrique Arce)

La Casa di Carta: chi è Arturito (Enrique Arce)

414
0
LA CASA DI CARTA

La Casa di Carta: chi è Arturito (Enrique Arce)

Fonte:  – 19/05/2020 solodonna.it

Uno dei peggiori antagonisti della banda delle tute rosse è Román, ex capo della Zecca Reale di Spagna diventato guru motivazionale. Subdolo e manipolatore. Chiedete a Monica e ad Amanda…

È passato dall’essere a capo Zecca Reale di Spagna ad ostaggio, e in questo percorso ha perso il suo matrimonio, la sua amante, Monica Gatzambide, diventata poi “Stoccolma” e suo figlio, Cincinnati, cresciuto da Denver.

Lo avete riconosciuto? È Arturo Román, Arturito de “La Casa di Carta”. Un tipo molto sicuro di sé e fortemente manipolatorio. Arrogante e saccente. Reinventatosi come guru motivazionale, si è messo a “canalizzare la sua energia” per ispirare gli altri… Darebbe qualsiasi cosa per essere al centro dell’attenzione. Nella quarta parte della serie è arrivato a dare dei tranquillanti ad Amanda, una degli ostaggi rinchiusi con lui nella Banca di Spagna, e ad abusare della donna approfittandosi dello stato semi-cosciente. Cosa combinerà nella quinta parte della serie?

Enrique Javier Arce Temple è nato a Valencia l’8 ottobre 1972. Non è un artista che ami molto parlare della sua vita privata, ma da poco, durante il programma cileno “Sigamos de largo”, Arce ha fatto una rivelazione choc. Ecco che cosa ha detto Enrique:

Sono stato adottato, l’ho scoperto compiuti i 28 anni. Vengo da una madre che non poteva tenermi (…) Mia madre (quella che poi lo ha cresciuto, ndr) era l’ostetrica”, ha detto Arce. E ha proseguito: “Sono finito in una famiglia meravigliosa, che mi ama, che mi ha dato tutto”.

Gran Vesuvio Caffè
www.granvesuviocaffe.com

Quando ha registrato questa intervista, a fine 2019, Arce si trovava in Cile per le riprese di “Inés del alma Mía”, tratto dall’omonimo romanzo di Isabel Allende.

Quel che è noto di Arce, inoltre, è che, subito dopo il liceo, ha deciso di proseguire con gli studi e si è iscritto all’università dove ha cominciato a frequentare Giurisprudenza. Arrivato al quarto anno, però, ha capito che la sua vocazione era un’altra, la recitazione. In base a quanto è riportato da alcuni siti, con la vincita di 2 milioni di pesetas aggiudicatosi al programma “Ellos i Elles” Arce si sarebbe pagato l’Accademia americana d’arte drammatica.

Oltre al ruolo di Arturito ne “La Casa di Carta”, Arce ha preso parte anche a una pellicola cinematografica e a una serie tv dal titolo “Knightfall”.

All’inizio della sua carriera, dopo i successi dei primi tempi, l’attore ha avuto un periodo di sbandamento e perdizione, tra droghe e alcol, come ha raccontato in esclusiva un paio di anni fa al sito argentino “Teleshow”, dedicato allo spettacolo e all’intrattenimento.

Uscivo la sera, bevevo e usavo la mia fama per conquistare le donne, e tutte quelle cose che sono orribili da dire, ma che fanno parte di me ed erano molto legittime perché avevo 27 anni. Ero molto bambino “, ha detto l’attore.

A partire dal 2004, dopo una festa andata un po’ troppo sopra le righe, come ha fatto intendere lui stesso, Arce ha deciso di rimettersi in carreggiata. Adesso “il mio unico proposito nella vita è crescere spiritualmente e migliorare”, ha detto Enrique, che si fa chiamare “Quique” dagli amici e dalle persone care.

Il ruolo di Arturo Román, che gli ha regalato enorme popolarità a livello mondiale, lo ha aiutato a rimanere in equilibrio. Secondo quanto ha affermato, di Arturito Arce condivide l’energia e la spontaneità, ma al suo posto, durante una rapina, sarebbe rimasto pietrificato, come ha ammesso.

Mi è toccato giocare nella squadra sbagliata”, ha detto ironicamente l’interprete della serie creata a Alex Pina, in un’intervista a “Sky Sport” (l’attore è un grande tifoso del Valencia). “Ne ‘La Casa di Carta’ c’è molto calcio, se ci pensate c’è una divisa, tutti sono vestiti nello stesso modo. C’è un allenatore che potrebbe essere ‘Il Professore‘. In questa stagione sono stato nell’altra squadra, ma non sappiamo cosa potrà accadere in futuro…”. Chissà a quali ennesimi colpi di scena assisteremo…

Sul fronte sentimentale, quel che si sa attualmente è che Arce è stato sposato con la collega Cristina Peña, classe 1976. Successivamente ha avuto una storia con la sincronette Gemma Mengual, nata nel 1977, campionessa olimpica.

LEGGI ANCHE:

La Casa di Carta: Non ci sarà un lieto fine tra Il Professore e Lisbona

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui