Home FICTION LA CASA DI CARTA; TUTTO SU BERLINO – PEDRO ALONSO

LA CASA DI CARTA; TUTTO SU BERLINO – PEDRO ALONSO

3099
0

LA CASA DI CARTA; TUTTO SU BERLINO – PEDRO ALONSO

Arrogante, misogino, narcisista e con qualche problema psichico, l’identikit perfetto per descrivere il personaggio di Berlino, interpretato da Pedro Alonso. Eppure, tutte queste ‘qualità’ negative sono diventati i punti di forza di uno dei protagonisti più amati della serie spagnola La Casa di Carta.

In molti si sono domandati, in primis proprio l’attore, com’è possibile che un uomo come Berlino possa essere così amato, nonostante abbia mille difetti? La risposta è proprio nel suo temperamento e carattere. Oltre a essere affascinante, il suo ruolo all’interno del gruppo può essere riassunto con una parola: sicurezza.

Il suo essere autoritario e autorevole e non far mai trapelare la possibilità di un ipotetico insuccesso, dona a tutto il team di ladri quella sicurezza necessaria per portare avanti il loro piano criminale. Giunti alla quarta stagione, scopriamo 10 curiosità che riguardano l’attore Pedro Alonso, meglio conosciuto come Berlino.

Le origini di Pedro Alonso

1.Nato a Vigo il 21 giugno 1971, Pedro González Alonso è un attore e pittore spagnolo, giunto al successo internazionale per aver interpretato il personaggio di Berlino nella serie spagnola La Casa di Carta.

2. Fin da bambino, Pedro ha mostrato molto interesse per l’arte della recitazione, diplomandosi alla prestigiosa Royal School of Dramatic Arts e successivamente, frequentando diversi corsi di perfezionamento al Teatro de la Danza. Crescendo e maturando artisticamente, ha iniziato a muovere i primi passi inizialmente nel mondo del teatro e poi al cinema e nella TV.

La vita super privata

3. Alonso come altri suoi colleghi di cui abbiamo parlato gli scorsi giorni, ad esempio l’attrice Alba Flores in arte Nairobi, non è avvezzo a pubblicare e mettere sotto i riflettori la sua vita privata. Le poche informazioni a riguardo, lo vedono fidanzato con una ragazza di nome Tixie, con la quale convive dal 2018 a Parigi e padre di Uriel, la sua unica figlioletta nata da una relazione nel 1998.

4. Tra i tanti interessi che l’attore spagnolo coltiva nella sua vita, c’è una parola, che insieme al gossip non vuole sentire neanche pronunciare: tecnologia. Secondo diverse dichiarazioni rilasciate negli ultimi mesi, pare che ‘Berlino’ non sia molto vicino a questo mondo, tanto da non possedere neanche un pc. L’unico ‘strumento’ che utilizza raramente è lo smartphone.

Artista ‘social’ a tutto tondo

5.Nonostante il suo rifiuto nello sprecare energie con i social network, Alonso possiede un profilo Instagram con 6.5 milioni di follower. Se lo incontrate, non chiedetegli se possiede un account su Twitter perché lo ritiene un inutile spreco di energie.

6. Proprio attraverso il profilo Instagram ‘Pedroalonsoochoro‘ tra le foto pubblicate in questi mesi, noterete che ce ne sono alcune che riguardano dei disegni. Ebbene, quelle immagini (come ad esempio questa pubblicata in alto) sono i quadri realizzati proprio da lui e digitalizzati per mostrarli ai suoi fan. La firma impressa sulle sue tele, Pedro O’Choro, è un omaggio che il pittore ha voluto fare alla nonna paterna.

Gran Vesuvio Caffè

La costruzione del personaggio di Berlino

7. Andrés de Fonollosa in arte (criminale) Berlino è un personaggio che si distacca totalmente dal modo di essere di Pedro, fuori dal set. Ogni persona che ha avuto a che fare con lui, per lavoro o per altri motivi, ha speso sempre parole super gentili nei suoi confronti descrivendolo disponibile e affabili con i fan e anche con i giornalisti.

8. Durante un’intervista molto interessante, Alonso ha avuto modo di spiegare che le origini di Berlino sono da rintracciare nella cultura sciamatica. Secondo la sua testimonianza, durante un soggiorno in Messico, l’attore impegnato a lavorare al copione del suo personaggio ha voluto unire la bontà degli sciamani ‘sporcandola’ con caratteristiche come crudeltà e narcisismo, tipica degli uomini normali.

La passione per Messi e… il canto

9. Direi di iniziare con l’ultima passione scoperta per caso, durante le riprese della quarta stagione de La Casa di Carta. Il video mentre canta Ti Amo di Umberto Tozzi con il coro dei monaci fiorentini al suo matrimonio con Tatiana è diventato di tendenza subito dopo la pubblicazione degli episodi su Netflix.

A differenza della sua collega Itziar Ituño, alias Lisbona, attrice e cantante, per Alonso era la prima volta che si trovava a cantare e per di più in italiano. I fan italiani sono letteralmente impazziti di felicità nel vedere questo ennesimo omaggio all’Italia, confermato anche con il brano Centro di gravità permanente del Maestro Franco Battiato.

10. Il calcio invece è una passione che ha da sempre. Non ha mai perso l’occasione per ammettere che appena può corre allo stadio per vedere qualsiasi partita di calcio sia disponibili. Certamente, se questa vedesse il coinvolgimento di Lionel Messi, allora la questione si farebbe ancora più interessante.

Prima di lasciarvi, non tutti sanno che il calciatore del Barcellona e Berlino sono legati in un certo senso. A quanto pare, Alonso ha voluto dare una connotazione imprevedibile e rischiosa al suo personaggio, prendendo spunto dal modo di giocare del suo calciatore preferito.

FONTE:https://www.meteoweek.com/2020/04/08/la-casa-di-carta-10-curiosita-su-pedro-alonso-laffascinante-berlino/

LEGGI ANCHE:

Itziar Ituño ” Lisbona” Tutto su Di Lei !

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui