Home FICTION La Casa di Carta; simbolismi ed equilibrio

La Casa di Carta; simbolismi ed equilibrio

803
0
casa di carta

La casa di carta; oramai serie entrata nel profondo dei nostri cuori; abbiamo avuto paura; ci siamo innamorati di loro; abbiamo atteso la prossima mossa, insomma siamo entrati a far parte a pieno della resistenza.

Tanti sono gli elementi che danno un equilibrio più profondo alla serie; tante le figure che creano un profondo significato.

La figura dei due fratelli

Ci sono due grandi figure che ci hanno spesso separati; i due fratelli, Berlino ed il Professore, si loro due ci hanno diviso e ci hanno fatto spesso sentir domandare ” tu da quale parte stai; con il Professore o con Berlino…? “…

Due fratelli cosi tanto diversi ma cosi tanto pieni di fascino.

Il Professore con l’aria da Nerd, giocatore di scacchi spesso a disaggio con le donne, sempre cosi immerso nelle strategie.

Berlino il suo opposto, leader a tratti privo di empatia, ma che tutta via dimostra dietro la sua maschera da duro; da Tedesco (da qui il nome Berlino), un uomo che si lascia trascinare dal cuore che vive di emozioni e crede nell’amore più profondo e ci crede per ben cinque volte nella sua vita sempre con la stessa profonda ammirazione.

i due fratelli creano un equilibrio perfetto; il Professore un vero e proprio calcolatore che ribadisce sempre che non bisogna creare legami per poter valutare il mondo che ci circonda senza filtri; e Berlino il suo opposto che vive di sensazioni e di sentimenti.

Equilibri che ritroviamo anche nello stesso titolo “La Casa di Carta”…

Un altro elemento fondamentale della serie ” La casa di Carta “è proprio la carta, intesa sia come danaro ma anche come carta in sé e per sé, come quegli origami che Il Professore fa mentre parla al telefono con l’Ispettore Raquel. Tutto sta nell’equilibro tra la spietatezza del vil danaro e la sacralità della carta, quella con cui confezione le gru (simbolo di purezza). La parola origami è costituita da ori- che significa piegare e -kami che significa carta ma con quest’ultima si indicano anche gli oggetti di venerazione nella fede shintoista. Questo significato è perfetto dunque per quest’analisi: il danaro diviene spesso oggetto di venerazione, unica fede per cui vivere (si fa di tutto per essere ricchi, anche stare dalla parte dei “cattivi”), mentre per Il Professore non è così, anzi. Per lui è molto più importante la carta con cui crea quelle figure tanto delicate quanto preziose, in quel caso veramente sacra.

Le parole del Professore

Perché non mi vuoi ascoltare, Raquel? perché sono uno dei cattivi? […] ma se quello che stiamo facendo noi lo fanno gli altri, ti sembra che sia giusto. nel 2011 la banca centrale europea ha creato dal nulla 171.000 milioni di euro. dal nulla, proprio come stiamo facendo noi. […] sai dove sono finiti tutti quei soldi? alle banche. direttamente dalla zecca. ai più ricchi. […] sai cos’è questa? non è niente, Raquel, è carta, lo vedi, è carta. io sto facendo un’iniezione di liquidità […] nell’economia reale di questo gruppo di disgraziati, perché è quello che siamo, Raquel. Per scappare da tutto questo. tu non vuoi scappare?

In queste parole, pronunciate da colui che ha organizzato il piano, c’è tutto il disagio, il dolore, la disperazione degli ultimi, c’è tutto il desiderio di ribellarsi ad una madre matrigna, la Spagna e alla Zecca dello Stato, che ha umiliato e fregato i suoi figli, c’è il desiderio di resistere, resistere e ancora resistere. Se la carta degli origami è sacra non si può dire lo stesso di quella con cui è fatta la moneta, sporcata da chi la crea e la usa. Sta tutto qui dunque il significato del titolo della serie, la Zecca è la casa di carta proprio perché “sforna” banconote con cui si è costruito un castello di carte che potrebbe crollare da un momento all’altro. Invece quel fragile, piccolo origami (trasposizione metaforica del sogno del Professore che aveva un’idea in mente), un gioco, come lo era all’inizio il progetto del Professore, rimane solido tra le mani e diventa “una realtà” .

Parte dell’articolo tratto da cinematografe.it

Seguici su instagram clicca qui…!!

LA CASA DI CARTA “TOKYO” LE 10 COSE CHE NON SAI !!!

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui