Pasqua e Pasquetta – zona rossa – regole e divieti in Italia

0
187
Pasqua

Pasqua e Pasquetta – zona rossa – regole e divieti in Italia

è Bene chiarire subito, che tutte le regole ed i divieti in vigore fino al 6 Aprile e che quindi includeranno le giornate di Pasqua e Pasquetta, saranno prorogati fino al 30 Aprile dal nuovo decreto che entrerà in vigore il 7 Aprile 2021.

Pasqua e Pasquetta Le Regole

  1. Chiusi musei,mostre,parchi archeologici,cinema,teatri,palestre,piscine e centri sportivi.
  2. Non sono aperti al pubblico i bar e i ristoranti, sarà però consentito l’asporto di cibi e bevande e la consegna a domicilio.
  3. Chiusi i centri commerciali nel fine settimana, non sarà possibile entrare se non per andare nelle farmacie, edicole e tabaccai.
  4. Le visite a parenti e amici sono consentite all’interno della propria regione, una volta al giorno dalle 5 alle 22, al massimo due adulti e minori di 14 anni.
  5. Si può anche uscire dalla Regione per andare a trovare un parente solo, che non è autosufficiente.
  6. Per i pranzi dei giorni festivi vengono ribadite le raccomandazioni di non incontrare persone non conviventi e si ricorda che gli assembramenti e le feste sono vietate.
  7. Le funzioni religiose con la partecipazione di persone si possono svolgere, è raccomandato di partecipare alla messa nei pressi della propria abitazione.
  8. Il decreto in vigore vieta di uscire dalla propria abitazione se non per motivi di lavoro, salute, urgenza e dunque non è possibile organizzare una gita o altro.
  9. Quando ci si muove in auto con non conviventi i passeggeri devono stare sul sedile posteriore con la mascherina.
  10. Niente pranzo all’aperto, sia pur distanziati.
  11. L’attività motoria è consentita nei pressi della propria abitazione oppure per recarsi nei negozi .
  12. È consentito svolgere l’attività sportiva «esclusivamente nell’ambito del territorio del proprio Comune, dalle 5 alle 22, in forma individuale e all’aperto, mantenendo la distanza interpersonale di due metri. È tuttavia possibile, nello svolgimento di un’attività sportiva che comporti uno spostamento (per esempio la corsa o la bicicletta), entrare in un altro Comune, «purché tale spostamento resti funzionale unicamente all’attività sportiva stessa e la destinazione finale coincida con il Comune di partenza».
  13. Il decreto consente di andare nelle seconde case ma rispettando una serie di regole: può andare nella seconda casa soltanto il nucleo convivente e soltanto se la casa è disabitata.
  14. Si può raggiungere l’aeroporto anche fuori regione per viaggi turistici , ma chi va all’estero al ritorno dovrà stare in isolamento per cinque giorni e potrà uscire soltanto dopo aver fatto un tampone con esito negativo.

Nota Bene:

Si Specifica che questo articolo ha titolo esclusivamente informativo e cerca di interpretare nel migliore dei modi gli attuali decreti governativi posti al contrasto della pandemia di Coronavirus.

Per informazioni più dettagliate e complete si invita sempre a cercare sui siti governativi ufficiali.

Inoltre è possibile che alcune regioni, possano aver ampliato o modificato la lista di regole e divieti.

Leggi Anche:

CORONAVIRUS – COME POTREMMO DIFENDERCI ?

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome