Home CRONACA NERA Presa la «mohicana» uccise l’amante sorpreso a rubare

Presa la «mohicana» uccise l’amante sorpreso a rubare

151
0
Rita Mango

Presa la «mohicana» uccise l’amante sorpreso a rubare

Che fosse stata Rita Mango a uccidere Nicola Picone era chiaro sin dai giorni immediatamente successivi il delitto di Aversa. Da oggi, però, per la donna, sorella del gruppo dei cosiddetti Mohicani e moglie di Valerio Nappello, affiliato al clan Lo Russo di Miano, a Napoli, c’è un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. I carabinieri di Caserta le davano la caccia dal 19 ottobre del 2018 quando il corpo senza vita di Picone, alias ‘o minorenne, affiliato ai Casalesi, fu trovato senza vita in una Panda dentro un’area di servizio di Aversa.

La Mango, ritiene la Dda di Napoli, diede un appuntamento a Picone, che era il suo amante, e lo uccise sparandogli un colpo di pistola. Due i motivi che indussero la donna a uccidere il 32enne. Da un lato la volontà di troncare la loro relazione extraconiugale, dall’altro il fatto che i Mohicani avevano scoperto che Picone, entrato in società con loro in un’azienda di noleggio auto, sottraeva denaro alla società.

La Mango è stata bloccata ieri pomeriggio, dopo una fuga durata due anni. Risponde di omicidio aggravato dal metodo mafioso.

fonte:https://www.ilmattino.it/caserta/uccise_amante_presa_mohicana_moglie_ras_nappello_miano-5076485.html

In 7 per Cacciare la madre 70enne del Boss – affiliato ai Di Lauro –

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui