Home CRONACA NERA Prestieri; Una relazione dopo averlo ucciso per vendicarsi ancora…

Prestieri; Una relazione dopo averlo ucciso per vendicarsi ancora…

625
0
prestieri

Prestieri racconta di quanto si decise una sentenza di morte dalle sfaccettature ancora più macabre.

Tra le storie di Camorra più strane cruente oggi raccontiamo una di quelle che sembra quasi surreale, sembra una trama di un film di quelli dove la crudeltà raggiunte vette elevatissime.

Nell’organizzazione capeggiata da Paolo di Lauro negli anni in cui non vi era nessuna frattura interna vigeva le legge della vendetta.

Vendatta che di solito di fermava a ripagare con il giusto prezzo il torto fatto. In questo racconto però la vendetta supera il limite, va oltre ogni logica, scaturisce da un piano ancora più complesso; dove chi lo progetta vuole perdurare una vendetta nache sull’anima di chi viene precedentemente assassinato.

Questa storia emerge dalle dichiarazione del collaboratore di giustizia Prestieri.

Queste dichiarazioni vengono messe a verbale nel lontano 2008 il racconto è adir poco agghiacciante.

Per vendicarsi di un torto accaduto fuori ad uno Chalet e del ferimento di un affiliato fu decretata una sentenza di morte.

Riuniti e con il consenso del Boss fu deciso che il delitto avvenisse all’interno delle Vele in quanto la vittima andava spesso a trovare dei parenti; fu deciso l’autore materiale e fu poi deciso che la vendetta sarebbe perdurata anche nei confronti della memoria della vittima; cosi lo stesso autore materiale del delitto intraprese una relazione con la moglie della vittima.

Il racconto è agghiacciante vista la volontà di dar vita ad una relazione  sentimentale solo per disonorare e quindi per far durare la vendetta nei confronti della persona uccisa.

Può interessarti anche : clicca qui

IL DELITTO MATTARELLA – SCOPRI DI PIU’ SUL FILM

Seguici anche sui social

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui